Anche quest’anno è arrivato il Natale e, come da tradizione, anche la NBA si prepara ai festeggiamenti, soprattutto dal punto di vista mediatico.

Tra spot e merchandising pro-regali, il vero piatto forte resta sempre la maratona di partite che vengono trasmesse ad orari appositamente studiati in modo da coprire un lasso temporale di circa mezza giornata.

Quest’anno, per i 5 incontri programmati, si parte con una partita dal sapore storico come Sixers@Knicks, per finire con la sfida della gioventù Timberwolves@Lakers, passando chiaramente per il re-match delle ultime tre finali, l’attesissimo Cavs@Warriors.

Ma le partite di Natale, come detto, sono ormai parte integrante dei palinsesti NBA e chiaramente, non poteva mancare qualche pillola statistica che potete riciclare a tavola durante la cena tra una portata e l’altra.

Quale statistica fa più “rumore” dei punti? Probabilmente nessuna, siamo sinceri (almeno a Natale).

Pertanto diamo un’occhiata a quali sono i migliori marcatori dal punto di vista delle medie realizzative.
(per una migliore visualizzazione da mobile, meglio orientamento orizzontale).


Con un’ondata di spirito natalizio, la dimensione delle slitte indica il numero di partite disputate, mentre la scia indica appunto la media punti a partita dei top 20 marcatori.
(passando con il cursore sopra le slitte farà spuntare un pop up con i dettagli di ogni marcatore).

A guidare la classifica, troviamo il grande amore di tanti appassionati: Tracy McGrady.
Con i suoi 43,3 punti (su 3 gare), T-Mac è primo per distacco, seguito dalla coppia formata da un difficilmente pronosticabile Dan Issel (37 punti nella sua unica apparizione) e da un più preventivabile Carmelo Anthony (34,7 di media in 5 match).

Guardando il grafico, stupisce un po’ vedere Wilt Chamberlain fuori dalla top5 vista la sua fama di macchina da canestri.
Effettivamente, anche trovare Micheal Jordan così “in basso” lascia abbastanza di stucco.
Ad ogni modo “Mr 100 punti”, in 6 gare disputate ha messo a referto una media di 33,2 punti, mentre MJ con lo stesso numero di apparizioni ha segnato 29,8 punti a partita, perfettamente in linea con le sue media carriera.

Comunque, visto che quando si parla di realizzatori NBA si parla appunto di queste due leggende, se qualcuno vi chiedesse quale sia stata la loro miglior partita in termini di punti segnati il 25 Dicembre, non preoccupatevi perchè abbiamo una risposta anche per questa curiosità.

Nel prossimo grafico sono infatti rappresentate le migliori 20 performance nella storia delle gare natalizie e, come potete notare, sia Jordan (una volta con 42 punti) sia Chamberlain (doppietta con 59 e 45) compaiono in questa speciale graduatoria in cui comunque, per ora, regna ancora sovrano “King Bernard” che nell’84 segnò 60 punti per i suoi Knicks nel “derby” contro i Nets.