ore 8.30 Conte si sveglia ed esce dal box

ore 9.00 Matri si sveglia e guarda fiero sia la velina mora che quella bionda nel letto sdraiate accanto a lui. Ma ha un dolore lancinante al fondoschiena. Nel letto c’è anche un quarto ospite, è il Gabibbo

ore 9.30 Chiellini fa colazione. Facendo “no” con la testa sparecchia

ore 10.00 Seduta mattutina di allenamento agli ordini di Alessio

ore 10.01 Seduta mattutina di allenamento agli ordini di Carrera

ore 10.02 Seduta mattutina di allenamento agli ordini di Conte dentro al box

ore 10.03 I giocatori non sanno chi seguire. Ne nasce una colluttazione, gli allenatori si prendono per i capelli

ore 10.05 Vince Conte che dirigerà l’allenamento pelato

ore 10.20 Duro contrasto a centrocampo tra Lichtsteiner e Caceres. Pepe fa cenno che si può proseguire. Buffon dice di aver visto tutto ma la sua confessione è data a 250. Klose a Formello si sente male a distanza

ore 10.45 Padoin entra a forbice su Pirlo che rimane a terra

ore 10.50 Padoin lascia la moglie e due bambini

ore 11.15 durante la partitella Quagliarella segna con un bolide all’incrocio. Giaccherini però aveva la bandiera alzata. Gol annullato

ore 12.00 Si conclude la seduta d’allenamento. Merenda a pane e creatina. Conte rientra a casa e parcheggia la macchina nel box

ore 12.30 Attimi di panico quando Pogba entra in doccia

ore 12.45 Marchisio è davanti allo specchio a sistemarsi. E’ un tipo vanitoso e spesso parla con lo specchio “Quanto sono bello.. Che occhi blu che ho.. Mi scoperei ogni 5 minuti… Specchio, sii sincero hai mai visto uno più figo di me? Chi è il più bello del reame?” – “Luciano Moggi” risponde lo specchio. Marchisio perde i sensi. Lucky Luciano ha corrotto anche gli specchi

ore 12.55 Lettera minatoria all’indirizzo della società “Per come mi avete trattato meritereste di giocare contro il Catanzaro l’anno prossimo”. Nessuno capisce chi può averla scritta. Qualche dubbio sorge pensando che l’ha recapitata un uccellino

ore 13.00 Visita di Lapo Elkann alla squadra “Bravi ragazzi sono fiero di voi, era ora che tirassavaste fuori l’orgolio a Catania, avete giocato col carattere e avete portato a casa la vittorie. Ora però vi saluto che ho un appuntamento di lavoro con Bachini, Flachi e Carrozzieri”. De Ceglie “Lavoro in nero?” – “No, bianca. Bianca e purissima”

ore 14.00 Buffon è nervosissimo, Storari “Gigi cos’hai?” – “Niente, lasciami stare?” – “Alena ti ha lasciato?” – “No peggio” – “Sta male uno dei tuoi figli?” – “Peggio” – “Ti hanno beccato all’antidoping?” – “Peggio” – “Gigi, aiutami cosa c’è di più grave??” – “Alan è arrivato secondo, ho perso 4 appartamenti e 350 mila euro cash” – “E chi minchia è Alan?” – “Un levriero kazako, Doni mi ha detto che alla corse coi cani si vinceva facile porca zozza schifosa”

ore 14.30 Conte va dalla parrucchiera. La famosa toelettatura di Siamesi Silvana che come ogni lunedì gli riserva un box tutto per lui

ore 14.50 Silvana presenta il conto, sono 130 euro. “Non si breoggubi, non mi serve la fattura”.  “Mi dispiace mister, è prezzo fisso”. Conte alla fine patteggia 110 euro

ore 15.00 Seduta pomeridiana di allenamento. Si ripassa la tattica di gioco, l’arma segreta di questa Juve: tutti davanti alla lavagna ad ascoltare gli insegnamenti di Renato Vallanzasca

ore 16.00 Allenamento individuale sui fondamentali. Ogni giocatore è affiancato da un istruttore personale: Pepe con Maggiani, Quagliarella con Tania Cagnotto, Buffon con l’amministratore delegato di Match Point, Marrone con Emma, Giovinco con il general manager della Chicco, Isla con Bonita, Chiellini con Pinocchio, Asamoah con Geppetto, Vidal con Badedas, Bendtner con Thorne di Beautiful, Lucio con Gaetano della macelleria “Gaetano e figli solo stinchi di conigli dal 1912”, Bonucci con  Vitaly Klitschko, Iaquinta con Iaquinta

ore 17.00 Visita di Lapo. “Ragazzi per Halloween tutti a casa mia che faccio un mega-party. Sarà pieno di travestiti”. “Non stento a crederci” risponde Barzagli

ore 17.15 Bruttissimo contrasto tra Vucinic e De Ceglie. Il secondo ha la peggio ricevendo un colpo in faccia. Gli cadono quasi tutti i denti. Per l’esattezza 30 sul campo

ore 17.30 Andrea Agnelli arriva al campo e si dirige verso mister Conte. Apre il box e lo abbraccia teneramente baciandogli la fronte. Nel baciargli la fronte il monociglio sfrega inavvertitamente contro i capelli sintetici del mister. Parte una scintilla che folgora il povero Isla che scattava sulla fascia. Ricovero d’urgenza al reparto grandi ustioni, altri 8 mesi di stop per lui

ore 18.00 Finisce la seduta di allenamento

ore 18.30 Squilla il cellulare di Barzagli che ha la suoneria della Champions League: 4 svenuti, 2 si sentono male, 1 mezzo infarto e 6 crisi epilettiche. Champions League = incubo bianconero

ore 19.30 Aperitivo Buffon-Seredova. Gigi vedendo arrivare la sua Alena si commuove. “Giggggi perchè tu piange?” – “Perchè penso che se avessi lavorato come cassiere alla Lidl, al massimo ti avrei potuto dedicare una trentina di pugnette” – “Come sei romantica Giggggi”, lingua dura di fuori con risucchio incorporato

ore 20.30 Summit societario, tema della serata “L’arrivo di un big player”: Andrea Agnelli prende la parola “Dobbiamo rilanciare il tormentone del big-player, non ne parla più nessuno. Tuttosport non sa che cazzo scrivere, ieri in prima pagina ha parlato delle aderenze di Pepe con la malavita organizzata, Studio Sport ha messo in cassa integrazione 21 giornalisti per mancanza di lavoro. Chi facciamo finta di comprare questa volta? Van Persie, Dzeko, Drogba, Tevez, Cavani li abbiamo già usati. Questa volta punterei in alto: Messi e Cristiano Ronaldo”. Prende la parola Nedved “Veramente un big player ce l’avevamo già, un certo Alex Del Piero”

ore 20.45 Nedved è il nuovo direttore generale della Ghepard. Società di terza categoria bolognese

ore 21.30 Antonio Conte allo Juventus Stadium davanti a pochi intimi (50 mila persone) canta in anteprima il suo nuovo singolo “Boemo rap-sodi”

“Tu sei un uomo agghiacciante

forse piu brutto di Renato Cocciante

perdi sempre mentre io patteggio

pagheresti per un bel pareggio

dici che qui alla Juve ci dopiamo

ma almeno noi non retrocediamo”

….

“Oh mama mia mama mia mama mia patteggiò

oh Belzebù, a fanculo ci vai tu

for me, for me, for meeeeeeeeeeeeeeeeeee

(te ne vai in B)”

6 ore e 37 minuti di applausi a scena aperta, la Fiat vende 80 milioni di Mutipla in Senegal, le sopracciglia di Andrea si separano, Nedved piange assieme a suo fratello Enzo Paolo Turchi, Guariniello fa un discorso a reti unificate in cui dichiara che alla Juve bevevano gatorade e prendevano al massimo un paio di bustine di zucchero, Idris sbianca, a Mirafiori smettono di protestare e con la tredicesima si fanno tutti il trapianto di capelli, Alessio Secco ingrassa, a casa di Vialli nevica, Ravanelli diventa moro, Marotta raddrizza gli occhi e Amauri fa un altro figlio con la Seredova

ore 21.30 Matri è a casa con la velina. “Stasera non ho voglia di uscire e neanche di faticare, forza, fammi uno stacchetto +  bocchino che poi vado a letto”

ore 22.15 Conte è in periferia e si ferma da una prostituta “Giao, ti andrebbe di fare una cosa no ma dico una cosa impensabbbile con me?” – “Lo shampoo?” – “No, digo una mezz’ora di sesso sfrenato” – “Ok, sono 100 euro tutto completo”. Conte patteggia 70 euro. La prostituta nel fingere l’orgasmo gli strofina forte i capelli. L’auto per poco non prende fuoco

ore 23.00 cena a casa Agnelli. Presente tutta la categoria arbitrale compreso Braschi, tutti i giornalisti di Rai, Mediaset e Sky e tutta la redazione di Tuttosport. Sono in 5.000. Si parla del più e del meno. A fine cena si passa in sala-cinema per vedere la raccolta di tutti i furti della Juventus dal 1990 ad oggi, un dvd di 54 ore acquistabile in edicola (con in regalo le chiavi dello spogliatoio di Paparesta). Grasse risate da parte dei presenti, qualcuno sviene dal ridere quando appare in video il rigore negato a Ronaldo, un minuto di raccoglimento quando si vedono Cobolli Gigli e Alessio Secco, gli unici dirigenti che non sono riusciti a corrompere neanche il portiere del loro palazzo, gran finale con Catania-Juventus con Maggiani e Rizzoli che ripercorrono a caldo la perla epocale della loro carriera. Maggiani a fine video ci tiene a dedicare un brindisi a Pepe e Giaccherini “Senza di loro sarei un uomo diverso. Probabilmente di merda”. 37 minuti di standing ovation con lancio in aria di manette

ore 23.55 Buffon è a letto con Alena e si commuove di nuovo “E adesso perchè tu piange Gigggggi” – “Perchè quando mi sono fidanzato con te ho scomesso che avrei avuto una famiglia under 3,5. Invece siamo in 4, è stata la scommessa più sanguinosa della mia vita. C’ho perso 12 milioni di euro porca troia maledetta” – “Oh Giggggi hai perso scommessa per ammore mia, io ti amauri tesoro, ti amauri più della mia stessa vitta”

ore 00.30 Gigi è ricoverato in rianimazione e sta combattendo la battaglia più importante della sua vita