Come tutte le cose, più o meno belle, anche la striscia di gare con almeno 30 punti di James Harden è giunta al termine.

Il 25 Febbraio, contro Atlanta, il Barba si è fermato a soli 28 punti interrompendo una serie che durava da 32 partite, la seconda più lunga dopo quella dell’irraggiungibile Wilt Chamberlain.

Lo stesso Chamberlain è anche il detentore di quella che, da pochi giorni, è diventata la terza striscia più lunga di sempre con 31 prestazini oltre quota 30 punti.

Al di là del fatto che molti abbiano storto il naso sul come Harden sia arrivato a questo traguardo, additando sia lui che i Rockets di aver stravolto il loro sistema, resta il fatto che numericamente siamo di fronte ad una prestazione storica, basti pensare che due tra i più grandi realizzatori degli ultimi tempi come Kobe Bryant e Tracy McGrady si sono fermati rispettivamente a 16 e 14 gare.

Durante le 32 partite, di cui 21 vinte e 11 perse, Harden ha fatto registrare una media di 41,1 punti ad incontro, facendo quindi lievitare di conseguenza la sua media stagionale abbondantemente oltre i 35 punti a gara… non proprio un dato che si vede ad ogni stagione.

Nell’infografica sono rappresentate tutte le gare disputate dal numero 13 dei Rockets, colorando di rosso le 32 della striscia, per le quali la dimensione della bolla è associata al numero di punti segnati.

E’ possibile interagire con il grafico cliccando su ogni gara per ottenere i dettagli dei singoli incontri, come ad esempio squadra avversaria e statistiche di tiro.