La scorsa settimana è uscito in Germania “Der perfekte Wurf”, tradotto “Il tiro perfetto”. E’ un film/documentario su Dirk Nowitzki, dagli inizi fino al trionfo. Sono onesto, ho seriamente pensato di prendere un volo e andare a vedere il film in Germania. E’ questo quello che succede a me e a tutti gli appassionati quando viene annunciata l’uscita di una pellicola sulla pallacanestro. Anche perché di film a riguardo ce ne sono pochi e quei pochi sono spesso il motivo per cui ci siamo appassionati a questo sport.

Quella che segue è la mia personalissima top 11 (dieci erano troppo pochi) dei film più belli sulla pallacanestro. ATTENZIONE: parlo di film, non di documentari. Non impazzite quindi se non cito “Once Brothers”, che è in assoluto la produzione a tema sportivo più straordinaria mai realizzata, Hoop Dreams o tutti quei capolavori di ESPN come Fab Five.

 

11) VOGLIA DI VINCERE

E’ la favola migliore su questo mondo, con il solito grandissimo Michael J Fox versione Lupo (non Rossini). Classico film americano dell’eroe di tutti i giorni, ma è assolutamente un must per tutti gli appassionati. (sapevate che c’è anche un sequel, con il pugilato come tema? Se odiate qualcuno con tutto voi stessi, regalategli il dvd)

Voglia-Di-Vincere-Partita

 

10) REBOUND

Storia vera di un Dio del playground, Earl Manigault. Film acclamatissimo, la trama è per forza avvincente come la vita del protagonista. Film che onestamente non mi ha fatto impazzire ma non si può non vedere. #TheGoat

 

9) FORGET PARIS

Ok, sono un inguaribile romanticone, ma questo film con Billy Cristal in qualità di arbitro NBA mi ha fatto letteralmente impazzire. Un racconto romanzato della vita di un personaggio alla Bavetta, dove le questioni sentimentali condizionano le prestazioni sul campo di gioco. D’altronde, anche gli arbitri sono umani no? Ecco una scena tratta dal film: consiglio di vederlo in compagnia della fidanzata, che per una volta non si lamenterà.

 

8)SPACE JAM

Devo aggiungere altro? Un film che ha fatto la storia, si sta pensando ad un sequel con Lebron James. Anche se è un cartone animato non può non rientrare nella classifica. Una meraviglia a parte il finale in stile “hop hop Gadget braccio” francamente rivedibile. Ma tanto l’ultimo tiro di MJ va sempre dentro (a Bryon Russell non piace questo elemento)

 

7) CHI NON SALTA BIANCO E’

“tua mamma è un’astronauta” “Tua madre è così povera che l’ho vista che prendeva a calci un barattolo e le ho chiesto: “Cosa sta facendo?”. Sto traslocando.” Sono due frasi che io e i miei amici a scuola abbiamo usato all’infinito dopo aver visto il film. Film che obiettivamente non è un capolavoro, ma alcuni spezzoni sono da andar giù di testa. Wesley Snipes come sempre al top.

CONSIGLIO: visto che le traduzioni sono spesso e volentieri “rivedibili”, dopo una prima visione in italiano riguardate il film in inglese. E’ tutto un altro spettacolo.

 

6) ABOVE THE RIM

Lo metto appena fuori dal podio, ma se parliamo di colonna sonora non c’è paragone con nessun altro film presente. La storia oggettivamente è già vista, ma il trasporto emotivo e il contesto fa di questo film un must per tutti gli appassionati. 2Pac semplicemente di un altro pianeta.

 

5) BASTA VINCERE

Correva l’anno 1994: quelle poche volte in cui mi vedevo con mio padre il programma era sempre quello. Pizza in centro a Bologna e cinema. Avendo 11 anni, e grazie al cielo negli anni 90 avere 11 anni significava uscire di pomeriggio dopo i compiti senza stare davanti al computer o a dei reality inquietanti, il film più “crudo” che avevo visto finora era stato “Ace Ventura L’acchiappa animali”.

Quella sera lì sapevo già che film volevo vedere, ci pensavo da una settimana: Basta Vincere. Film con Shaquille O’Neal, Penny Hardaway e un Nick Nolte in qualità di coach volgarissimo. Un tripudio cestistico e una storia verosimile. Quello fu il primo film sulla pallacanestro che vidi, e fu anche la prima volta che saltai dalla sedia del cinema. La seconda fu per “The Ring”, per cause diverse però.

 

4) COACH CARTER

Basket e amicizia, basket e gruppo prima di tutto. Anche qui parliamo di perla assoluta, il basket vissuto giorno per giorno in un contesto difficile, dove giorno dopo giorno singoli individui diventano una squadra. Pellicola che mi ha emozionato tantissima,senza il lieto fine al 100% che tutti si aspettano. Samuel L. Jackson monumentale.

 

3) HE GOT GAME

Siamo all’epicità, partendo dalla colonna sonora. Un film che ha dato a Ray Allen un soprannome, Denzel Washington ai massimi livelli. Tutte le volte che lo trasmettono, tipo su Rai Uno alle 2.45 dopo Marzullo, non riesco a non guardarlo. Decisamente un capolavoro.

jesuss

 

2) HOOSIERS o tradotto COLPO VINCENTE

Film che ha fatto un po’ da apripista agli altri. Gene Hackman allenatore vecchio stile in un paesino dell’Indiana. Tante storie che si intrecciano fino ad arrivare al trionfo. In questo film una delle scene più famose di sempre per quanto riguarda il tema pallacanestro.

 

1) GLORY ROAD

Film tratto da una storia vera, pallacanestro (tantissima) e razzismo protagonisti di questo film. Occhio perché in questi giorni Sky lo sta riproponendo spesso, e io regolarmente lo guardo fino in fondo per la gioia di mia moglie. Il racconto della finale e la vittoria di Don Haskins (hall of famer) con il quintetto di soli neri è da Oscar (ok sono di parte).

 

 

FUORI CONCORSO: per chiudere, la scena più esilarante ever con la pallacanestro protagonista. Grazie Ben Stiller. Grazie Philip Seymour Hoffman #tinfiloooo