ore 8:00 Gigi si sveglia. Alleluja, Alleluja

ore 8:20 sfoglia velocemente l’Avvenire per vedere cosa dicono di lui

ore 8:30 colazione con pane di ricotta e latte di pecora

ore 9:00 giretto per la città prima di andare ad allenamento. Per le strade non c’è nessuno. E’ tutto chiuso. C’è solo una bottega aperta in fondo all’angolo. Gigi si avvicina. E’ la bottega di un barbiere. Il proprietario vedendo Datome decide di farla finita

ore 9:30 solita mezzoretta di footing mattutina: attraversa 4 volte il Lago Erie, si ferma a far colazione a Cleveland poi lunga serie di ripetute sul lago St. Clair. Tutto ciò senza bagnarsi neanche l’orlo dei pantaloni

ore 10:30 Drummond lo passa a prendere

ore 10:45 nel tragitto Gigi lo confessa

ore 11:00 dopo 10 “Ave o Maria” e 15 “Gigi Nostro”, Drummond assolve i suoi peccati e può cominciare l’allenamento

ore 11:30 l’allenamento viene interrotto: a Billups si è staccato il catetere

ore 11:45 altra interruzione: l’ernia lombosacrale di Billups gli dà troppo dolore. Gigi si stufa, impone le mani e Billups riprende l’allenamento con un alley oop a due mani all’indietro

ore 12:00 fortuita pallonata in faccia a Caldwell-Pope che si lascia andare ad una sonora bestemmia. Capisce subito la gravità del gesto e telefona al suo collega Francesco scusandosi prontamente.

ore 13:00 l’allenamento finisce si può andare in doccia

ore 13:15 attimi di panico quando Singler domanda a Villanueva il balsamo

ore 14:30 oggi tocca a Datome andare a pranzo con Joe Dumars. Se ne va lo stipendio del primo mese

ore 16:00 si cazzeggia a casa di Drummond. Andre gioca a Nba2k14 con Fotsis a Detroit, Gigi gioca a freccette sul poster di Ponzio Pilato

ore 17:00 secondo allenamento: tiro

ore 17:30 Monroe si sloga la caviglia e cade a terra dolorante. Cheeks si sente male. L’infortunio sembra serio. Gigi si rivolge allo staff “Posso pensarci io?”, i medici acconsentono. “Greg, alzati e cammina”. L’allenamento può riprendere regolarmente

ore 18:00 Simpatico siparietto in italiano tra Gigi e Jerebko col secondo che ricorda i tempi di Biella in cui tutte le volte che aveva il singhiozzo gli bastava fissare Garri per farlo passare

ore 18:30 Durante il tiro Stuckey si rivolge a Datome “Gigi, hai una bellissima parabola” – “Vuoi quella del buon samaritano o quella della pecora smarrita?” – “Gigi, parlavo del tuo tiro” – “Ah ok, grazie mille”

ore 19:00 in doccia Gigi rivela un segreto a Jennings “Vedendoti giocare a Roma avrei scommesso più su una carriera Nba di Tonolli che sulla tua”. Tutta la squadra scoppia a ridere sbeffeggiando Jennings, soprattutto Josh Smith “Ohh… Tonnuo Tonuolli ahahaahha”

ore 20:30 Stuckey ha organizzato una cena a sorpresa per festeggiare la prima doppia cifra di Datome “Questa cena è in tuo onore Gigi, ma è l’ultima però”. Gigi si tocca i maroni “dai facciamo che sia la penultima”

ore 21:00 in onore di Gigi pastasciutta per tutti. Brodino di dado per Billups

ore 22:00 torneo di Nba 2k14, si fanno le coppie. Nessuno vuole stare con Bynum perchè è impedito. Drummond si rivolge a Gigi “testa o croce per chi sta con Bynum”. Datome ha un mancamento

ore 23:00 Gigi torna a casa e va a dormire. E’ un professionista e non va mai a letto dopo mezzanotte

ore 23:30 Non riesce a prendere sonno e telefona a Drummond “Andre, sto scrivendo una poesia per il popolo sardo che mi sostiene sempre, dimmi se ti piace

No potho reposare amore ‘e coro,

Pensende a tie sò onzi momentu.

No istes in tristura prenda ‘e oro,

Ne in dispraghere o pessamentu.

T’asseguro chi a tie solu bramo,

Ca t’amo forte t’amo, t’amo e t’amo.

Si m’esseret possibile d’anghelu

S’ispiritu invisibile piccabo

T’asseguro chi a tie solu bramo,

Ca t’amo forte t’amo, t’amo e t’amo.

Sas formas ka furabo dae chelu

Su sole e sos isteddos e formabo

Unu mundu bellissimu pro tene,

Pro poder dispensare cada bene.

Unu mundu bellissimu pro tene,

Pro poder dispensare cada bene.

No potho reposare amore ‘e coro,

Pensende a tie sò onzi momentu.

T’asseguro chi a tie solu bramo,

Ca t’amo forte t’amo, t’amo e t’amo.

T’asseguro chi a tie solu bramo,

Ca t’amo forte t’amo, t’amo e t’amo.

ore 23:35 Drummond si rivolge a Datome “Gigi, questa è una poesia scritta da Salvatore “Badore” Sini nel 1926 resa famosa dal compianto Andrea Parodi con i Tazenda. Testo che ha perso quasi totalmente il suo valore quando l’ha cantato anche Marco Carta” – “Andre, ma come cazzo fai a saperlo??” – “C’ho i nonni sardi eia, vado tutte le estati a Villasimius, ora ti saluto che mi hai fatto venner su sonnu, bonu riposu Gigi, eia”

ore 23:55 Pensando a come poter festeggiare il suo compleanno il 25 dicembre, Gigi si addormenta.

E l’Italia sogna.