Le regole sono poche e semplici:

–   L ’auto utilizzata deve avere minimo 10 anni e un motore inferiore ai 1200 cc.

–   è vietato utilizzare autostrade e gps.

–   è obbligatorio versare 1000 eurini in beneficenza.

La partenza ufficiale sarà a Londra il 19 luglio, ma ogni squadra potrà iniziare il proprio viaggio da qualsiasi città europea.

Il traguardo invece è lo stesso per tutti e si trova a Ulan Ude, in Siberia.

rega

“Ciao a tutti, siamo tre ragazzi malati di basket e vogliamo parlarvi di un progetto che stiamo portando avanti col patrocinio della Scaligera Verona e dei Da Move per cui io (Alessandro Petronio) gioco e schiaccio. Abbiamo deciso di intraprendere un progetto di beneficenza disegnato apposta per della gente che non abbonda di neuroni come noi, il “Mongol Rally”. Si tratta di una gara non competitiva, in cui tutto il ricavato andrà a due organizzazioni benefiche, Cool Earth e SLUMS DUNK, in particolare Slums Dunk è l’organizzazione di Bruno Cerella e Tommaso Marino che grazie al basket sta aiutando migliaia di giovani africani a Nairobi”.

Cerella e Marino a Nairobi

Cerella e Marino a Nairobi

“La competizione ha pochissime regole: partiremo il 19 luglio da Verona e arriveremo (speriamo…) a Ulan Ude in Siberia 25 giorni dopo, su una Panda 750 del ’92 senza usare autostrade o Gps”.

E' una delle loro prime foto a volto scoperto vicino alla Panda che hanno usato in svariate rapine alle Poste

E’ una delle loro prime foto a volto scoperto vicino alla Panda che hanno usato in svariate rapine alle Poste

“Qui, come poche altre volte nella nostra vita, abbiamo avuto un lampo di genio. Abbiamo pensato che sarebbe stato unico e allo stesso tempo fighissimo coinvolgere il basket in questo progetto. Così abbiamo deciso di montare un canestro pieghevole ad altezza regolamentare sul tettuccio della macchina, per poter in qualsiasi momento fare due tiri, soprattutto con chi abita in paesi sperduti e non ha avuto modo di conoscere il nostro magnifico sport. Pensiamo che l’idea di far giocare a basket bambini in Kazakistan, Mongolia e Siberia sia splendida ricordando che il ricavato andrà in beneficenza, quindi speriamo di fare del bene grazie allo sport che amiamo”.

Sobrissimi concorrenti britannici

Sobrissimi concorrenti britannici

“Quest’estate faremo un tour per pubblicizzare la nostra iniziativa nei vari tornei di 3 vs 3 dove faremo gare di tiro e degli show con la nostra Panda che abbiamo chiamato “auto-canestro”. Se volete aiutarci, supportarci, insultarci, minacciarci di morte o darci qualche consiglio vi invito a visitare la nostra pagina facebook SuperTramps e se volete supportarci abbiamo lanciato una raccolta fondi a questo indirizzo https://www.indiegogo.com/projects/supertramps-mongol-rally-team.

supertramps

Questi meravigliosi matti nella vita di tutti i giorni sono Alessandro Petronio, Luca Bordato e Lorenzo Rognini. Alessandro gioca in doppio tesseramento con la Scaligera (A2 Gold) e la Cestistica Verona (C2) e nel tempo libero è un “Da Move” ossia uno schiacciatore professionista. Anche Luca è in doppio tesseramento tra Scaligera e Buster (Serie D), Lorenzo invece è colui che gioca nel campionato più bello del mondo, in Nba? No, nel CSI e la sua squadra ha un nome stupendo “D(r)unkers”.

Ovviamente un’esperienza pazza di tre ragazzi pazzi poteva non essere appoggiata dal pazzo per eccellenza?

Tre ragazzi come noi stanno per fare vivere un’esperienza meravigliosa, con il loro pandino e il canestro attaccato sul tettuccio, passeranno in 14 stati di 2 continenti diversi, su strade asfaltate (poche) e strade che chiamarle strade è già un complimento (molte), si perderanno tra le montagne e nei deserti, senza poter usare navigatori, gps ma semplicemente seguendo una mappa. E soprattutto giocheranno a basket e porteranno il basket in tutti questi posti. Belinelli la mette comodamente da 7 metri, Steph Curry la tira anche da 8 metri, Nando Gentile la mise da 20 metri, ma una tripla tirata da Verona in un canestro in Mongolia si era mai vista?

cammino